top of page

Volare! di Massimo Sestini

Big Event – Fiera mercato della fotografia presenta la mostra fotografica

Volare! di Massimo Sestini

a cura di Loredana De Pace


L’esposizione intitolata Volare! con immagini di Massimo Sestini nasce dalla combinazione perfetta fra la location che ospita il Big Event – Fiera mercato della fotografia, le Officine del Volo, e la carriera di uno dei più importanti fotogiornalisti internazionali, Massimo Sestini, Ambassador Canon, che negli ultimi quattro decenni ha raccontato la storia del costume, della politica e della società italiana… osservati e proposti da un’altra prospettiva.


Con l’obiettivo di promuovere il valore culturale dell’arte fotografica, Canon sostiene la straordinaria esposizione del suo Ambassador Massimo Sestini: tutte le immagini sono state realizzate con tecnologia fotografica dei sistemi EOS ed EOS R, mentre le stampe hanno preso vita grazie a Canon imagePROGRAF PRO-6100 e Colorado.

Una collaborazione che testimonia l’impegno di Canon nell’ispirare e supportare la cultura e l’eccellenza dell’ottava arte.



Sono fuori dal comune i punti di vista dall’alto proposti dalle immagini di Massimo Sestini che racconta, documenta e testimonia vicende – ordinarie e straordinarie – sempre in modo sorprendente.


La particolarità delle immagini di Massimo Sestini parte da un grande impatto estetico e altrettanto importante coinvolgimento per il pubblico. Leggendo le storie che hanno dato origine a queste fotografie, scopriamo che spesso noi stessi siamo i protagonisti dei suoi scatti, che anche noi abbiamo vissuto le medesime esperienze, solo da un altro punto di osservazione.

Grazie alle sue immagini, Massimo Sestini ci accompagna anche in luoghi e in situazioni che raramente potremmo raggiungere, dal ritratto di un pilota in un caccia AV8-B in volo, alla cupola del Brunelleschi nella Cattedrale di Santa Maria del Fiore fotografata per la prima volta nella storia dall’alto verso il basso.


La mostra fotografica Volare! infine vuole portare i visitatori al concetto stesso che ha mosso gli organizzatori della fiera a pensare questo evento fieristico come un’occasione per “vedere la fotografia” in modo personale e alternativo.

 

BIOGRAFIA

MASSIMO SESTINI

Massimo Sestini (Prato, 1963) è uno dei più importanti fotogiornalisti internazionali. Attivo sin dal 1980, fonda negli anni l’agenzia che porta il suo nome e si dedica ai grandi avvenimenti d’attualità. Il suo obiettivo è essere sulla notizia, qualunque sia il mezzo per arrivarci; anche quando pare impossibile. Le sue fotografie vengono pubblicate sulle prime pagine dei principali giornali del mondo.


Il costante aggiornamento tecnologico, l’intuizione immediata delle opportunità del digitale, l’uso di teleobiettivi sempre più potenti saranno i suoi alleati. Sarà così testimone della tragedia della Moby Prince e autore delle foto dall’alto degli attentati a Falcone e a Borsellino.


Le foto aeree diventano una sua costante, premessa a quelle zenitali più recenti.

Nel 2014 è a bordo della “Fregata Bergamini”, testimone delle operazioni di salvataggio “Mare Nostrum”, a largo delle coste libiche. Dopo dodici giorni di tempesta, riesce a riprendere dall’elicottero un barcone di migranti tratto in salvo. La foto vince il prestigioso World Press Photo nel 2015, nella sezione General News.

Da questo Premio parte la sua ricerca con il progetto Where Are You nel corso del quinquennio successivo rintraccerà e fotograferà (dall’alto e perpendicolarmente esattamente come la foto del barcone) una decina dei migranti che erano su quella barca, ritratti nella loro vita definitiva. Uno di questi scatti è stato scelto per la mostra Volare!.


Negli ultimi anni realizza i calendari ufficiali di Polizia, Carabinieri, Vigili del Fuoco e collabora con l’Aeronautica Militare. Nel panorama dei fotoreporter internazionali, Massimo Sestini è noto per la sua capacità di imbarcarsi con reparti speciali, sporgersi da elicotteri sostenuto da un’imbracatura, immergersi per riprendere l’esplosione di ordigni, volare su ogni tipo di aeromobile militare e civile.


Nel 2018 un’ampia scelta delle sue fotografie aeree è stata pubblicata nel volume L’Aria del Tempo (Contrasto); le immagini ripercorrono gli ultimi quarant’anni di storia italiana, vista esclusivamente dal cielo.


 

SPONSOR




7 visualizzazioni

Comentários


bottom of page