top of page

Open House Milano 2023

ORACOLI IN CERCA DI AUTORE
Esposizione di elsa lamartina© e Davide Agostoni
A cura di Loredana De Pace


Atelier lamartina, situato nell’area Sud di Milano ospita per l’edizione 2023 di Open House Milano una doppia personale che mette in dialogo le opere della visual artist elsa lamartina© e del fotografo e grafico Davide Agostoni.


LO SPAZIO

L’atelier lamartina si trova nella mansarda dell’abitazione dell’artista elsa lamartina©. Protagonista assoluta all’ingresso è la scala: elemento architettonico “tailor made”, caratterizzato da linee decise, dettate dal parapetto minimal in acciaio al carbonio. Giunti al piano mansarda si entra

nel mondo dell’artista: lo spazio espositivo dà il benvenuto e da qui si affacciano lo studio dell'artista, la zona lettura e l'archivio.

Per OHM 2023 saranno in mostra gli “Oracoli” della visual artist elsa lamartina© messi

in dialogo con le immagini nottambule del designer Davide Agostoni.

 

LE OPERE ESPOSTE

Caro Oracolo, moriro?

In queste immagini l'installazione Caro Oracolo, morirò? di elsa lamartina©

Il mio nome è Elsa ma Elsa è anche una persona che non ho mai avuto il piacere di conoscere.

Durante la cerimonia del matrimonio dei miei genitori, mia nonna Elsa, la madre di mio padre, si allontana con discrezione, esce dalla chiesa si siede su una panchina e ci lascia così.

La mia famiglia aspetta con ansia una femmina, che tarda ad arrivare.

Mia madre, dopo aver avuto prima una perdita prematura di un figlio, ha in seguito partorito mio fratello maggiore Paolo e poi è rimasta incinta di me.

In una notte di primavera la nonna Elsa appare in sogno a mia madre e le dice “avrai una femmina e la chiamerai Elsa”. Ecco forse la mia storia, o per meglio dire la storia che mi hanno raccontato, è nata da un oracolo, il più grande oracolo: il sogno.

L’Oracolo sa tutto, ma noi siamo pronti alla sua divinazione?

Il progetto vuole riprende il concetto di “automatismo psichico” con il quale si intende il trasferimento in maniera automatica, senza la mediazione della ragione, nelle forme dell’arte, delle immagini e delle associazioni che sgorgano liberamente dall’inconscio, la razionalità contro l’intuizione. Non a caso la scelta di utilizzare il video è nata dall’ispirazione dei video dei surrealisti realizzati negli anni ‘30.

 

LE OPERE ESPOSTE

Quelli che restano

Alcune delle immagini del progetto Quelli che restano di Davide Agostoni, allestite in un installazione rinnovata presso l'atelier lamartina in occasione di Open House Milano 2023

Quelli che vanno è stato il primo titolo del percorso visivo di questo progetto preso in prestito dal dipinto di Umberto Boccioni che fa parte del trittico “Stati d’animo”.

Oggi l’esposizione si trasforma in Quelli che restano, secondo titolo assegnato da Boccioni al suo trittico, con una evoluzione data dall’allestimento completamente rinnovato e dall’aggiunta di un video site specific realizzato per l’atelier lamartina.


“Ci sono serate in cui la solitudine sembra dilatarsi all’infinito. E così, mentre il motore della mia auto ruggisce verso la città notturna, mi butto in un turbine di pensieri e di desideri mal ripagati. In queste notti insonni mi capita di fermarmi in quella stazione di servizio alla periferia della città, dove il bianco e nero delle luci sembra filtrare in tutta la sua fotogenia.

Quel posto sembra avere qualcosa di metafisico, quasi sospeso fuori dal tempo. È lì che continuo ad aspettare una risposta che non arriverà mai.

Mentre il mio sguardo scorre sulla superficie asfaltata della strada, mi rendo conto che non c’è niente di più bello che amare, anche se l’amore non viene corrisposto. Perché ogni pezzo di noi fa parte di questa immensa, infinita bellezza”.


L’ALLESTIMENTO

All’ingresso dell’atelier lamartina i due autori mettono in dialogo i loro progetti. Infatti il visitatore noterà da un lato gli oracoli (quelli veri) adoperati da elsa lamartina©, dall’altro, le meditazioni notturne nei “non-luoghi del sentimento” umano (e urbano) di Davide Agostoni che introducono i contenuti della sala allestita con Quelli che restano.


Nella sala a sinistra, elsa lamartina© presente i suoi Oracoli racchiusi dentro televisori d’antan in un allestimento immersivo nel quale, superata una tenda nera ci si trova in un luogo lontano nel tempo, che ci fa tornare agli anni Settanta, con tre piccole tv Brionvega nelle quali l’autrice presenta un video della durata di 34’31” dai toni surreali, nel quale perdersi singolarmente attraverso l’uso di cuffie messe a disposizione per l’ascolto. L’effetto generale è immersivo e singolare.

Per l'occasione si terrà il dj set di Zanira Live Music (IG _zanira_).


Nella sala alla destra dell’ingresso dell’atelier invece scende la notte. Infatti entriamo nel mood di Davide Agostoni con un allestimento che prevede due zone: sulla sinistra, una serie di immagini stampate su una singola fascia di carta blue back che preclude lo spazio bianco restituendo con il nero continuativo-ossessivo e che racconta le sue visioni notturne riprese di fronte alle stazioni di servizio. Agostoni adopera questi come luoghi-pretesto per fermare emozioni contraddittorie, riflettere sui flussi emozionali che spesso restano senza risposta.

Al centro della sala invece è allestito un vorticoso video che in sempre maggiore accelerazione ci porta dentro le visioni dell’autore, in cerca di un oracolo per avere le sue risposte.


Scheda espositiva

ORACOLI IN CERCA DI AUTORE

Con opere di elsa lamartina© e Davide Agostoni

A cura di Loredana De Pace

dj set Zanira Live Music

Open House Milano 2023

13-14 maggio 2023 - Milano

Orari 11-12,30 e 16-18,30

Inaugurazione sabato 13 ore 18,30

link utili:



18 visualizzazioni

コメント


bottom of page